Arrampicata in Toscana
Montagna facile in Toscana e dintorni o torna alla lista o torna alla home


Spigolo di Fociomboli - Monte Corchia (G.Dolfi, A.Bafile, P.Magrini, M.Masini, 1963)
D, 5B (obb. 4C), III, C2/R2, WNW

La via è semplice e breve, i tiri impegnativi sono solo 2, ma è comunque un'esperienza da rispettare, una chiodatura classica, bella per la sua logica e impegnativa perché pensata da alpinisti di altri tempi. Accesso: dall'Autostrada Genova-Livorno uscita Versilia per Seravezza, quindi Stazzema e Levigliani (indicazioni per Grotte del Corchia). Da Levigliani seguire le indicazioni per l'Antro del Corchia, salire la breve stradina che conduce alle grotte e svoltare a sinistra. Proseguire per alcuni kilometri salendo di quota fino a svalicare di fronte alle torri del Corchia. Proseguire per la strada sterrata sulla sinistra, la quale diverrà asfaltata e quindi di nuovo sterrata: parcheggiare quindi dopo circa 500 mt. in uno spazio in curva, vicino ad una piccola cappella di montagna. Verso monte per ripido sentiero erboso si raggiunge l'inizio delllo spigolo. Via protetta con chiodi di via e alle soste.
Uscita: una traccia di sentiero verso SE conduce in breve all'inizio del canale di Ficiomboli: si scende nel primo canale e prima del salto si scende con una doppia da 50 m. (ho integrato un cordone con cordino e maglia rapida su un faggio contorto) fino al ghiaione in basso. Necessari 7 rinvii, qualche friend piccolo. 150 m.

L1- si attacca costeggiando il canalino erboso a destra, si risale un po' in diagonale sinistra, poi di fronte a una placca più difficile uscire con diagonale prima destra poi di nuovo sinistra, cercando roccette facili. Sosta su terrazzino, catena. IV
L2 - primo chiodo a sinistra, secondo chiodo più sopra. Sulla verticale un po' spostato a sinistra un terzo chiodo rosso e un quarto più a destra in una buchetta (si vede solo quando si è abbastanza vicini). Integrabile con friends piccoli. Infine sosta con due spit. 4 metri più a destra c'è una catena, probabilmente l'uscita di una variante più facile (da provare). Il tratto fatto da me è 4c.
L3a- a quanto pre la via classica passa a sinistra: al primo chiodo si traversa a sinistra infilandosi nel canale, un altro chiodo alla fine del traverso di 2-3 metri, quindi altri due chiodi al centro del canale e un terzo sul muretto di destra; il tiro è in traverso ascendente destro e ci si ritrova circa sulla verticale del'ultima sosta; 4b.
L3b- variante classica difficile, si supera un tettino, 5b o 5c, chiodato per l'artificiale (dopo il tettino il chiodo con anello è sulla sinistra). Un bel tiro, la roccia è buona.
L4- Tiro di IV poi più facile, sosta un po' spostata a sinistra su comodo e ampio terrazzo, III
L5a- sulla sinistra della sosta placca esposta ma facile (4c), poi facili roccette, roccia non al di sopra di ogni sospetto nel facile, III
L5b- come variante del precedente si può procedere dritti rispetto alla sosta, superando il breve camino-diedro (V) in spaccata e continuando per il canalino (quello più sulla destra, non il grande centrale) non protetto ma facile (III), sosta su una placchetta-spit e un chiodo; se non si trovasse (le ultime volte non l'ho ritrovata) si prosegue il tiro unendolo facilmente col successivo
L6- Diedrino di IV- con chiodi, poi roccette facili, saltare la sosta a pochi metri dall'uscita e uscire per roccette, sosta in cima, visione estasiante di mare e montagne.




La parete del corchia con
lo spigolo di Fociomboli

La partenza della quinta lunghezza

Cinzia e Stefano sullo Spigolo