Arrampicata in Toscana
Montagna facile in Toscana e dintorni o torna alla lista o torna alla home


Via Classica Diretta - Rondinaie (Gruppo del Falterona, Rapi Crescioli e Del Vecchio negli anni 80) AD+
Si tratta di un canale nella splendida montagna delle Rondinaie, che qualcuno ha definito "di forma inconfondibilmente canadese". L'ambiente invernale è unico, intatto e pochissimo frequentato, e sia l'avvicinamento che il ritorno offrono paesaggi unici. Descrivo l'accesso da Firenze - San Godenzo - Castagno d'Andrea e quindi il Borbotto, non me ne vogliano chi arrivasse dal versante romagnolo.
Dal Borbotto si sale a piedi la strada forestale fino a raggiungere la frana del Falterona: questa è ben riconoscibile perché a un certo punto sembra quasi di camminare su un piccolo terrapieno artificiale, essendo rialzato anche rispetto a monte. Appena finita quest'are più pianeggiante di frana, giusto prima che la strada riprenda a salire fa una curva a gomito verso sinistra, in prossimità di un ruscello: in quel punto si prende a sinistra nel bosco, apparentemente senza sentiero prima, poi su tracce di sentiero non ben definite. La soluzione è scendere 50 metri e quindi restare all'incirca in quota, fino a raggiungere un pendio senza alberi, la frana delle Rondinaie (circa 20 min dalla strada). In questo punto risalire il pendio di circa 70 metri, e a quel punto traversare ancora sulla destra orografica con qualche saliscendi.
Il canale è decisamente centrale nella parete delle Rondinaie e ben evidente: intorno, il paesaggio è stupendo.
Il canale inizia subito con alcuni risalti che se ben formati sono una cascata di 2+. Si sosta su ghiaccio o su roccia (con qualche chiodo) poco prima della ultima piccola goulotte di 10 metri che impenna fino a 75°, di più sulla destra. Per lo più si arrampica su paleo e terreno ghiacciato, non proteggibile ma ben piccozzabile e forse più sicuro del ghiaccio.
Il canale prosegue aperto e nevoso costeggiando un boschetto (50°) per poi aprirsi in un anfiteatro più largo. L'ultimo salto può essere fatto centralmente (difficile): io ho scelto il canale di sinistra, nevoso, più impennato sulla destra (fino a 65°), fino in vetta.
All'uscita le Rondinaie si presentano completamente piatte, da monoclinale: un bel bosco piano e molto innevato, un ambiente davvero nordico. Si traversa verso destra, addentrandosi un po' nel bosco, per 10 minuti fino a incontrare la pista da sci di fondo, e quindi la strada a Pian Cancelli. Da lì giù sulla strada fino al Borbotto. Il canale ha uno sviluppo di circa 250 metri, circa 2,30h per percorrerlo.


Uscita del secondo tiro

Uscita in vetta